Tributi regionali

Rimborsi

Il contribuente che si accorge di aver effettuato un pagamento non dovuto o eccessivo può presentare richiesta di rimborso alla Regione Emilia-Romagna utilizzando il modulo di domanda di rimborso (doc, 70.66 KB).

La richiesta, in carta semplice, può essere presentata alle Delegazioni e agli Uffici Provinciali dell'ACI, riducendo in tal modo i tempi di definizione della pratica, oppure inviata alla Regione Emilia-Romagna, servizio Bilancio e finanze - settore Tributi, viale Aldo Moro n. 52 - 40127 Bologna.
Il contribuente deve presentare richiesta di rimborso entro il 31 dicembre del terzo anno successivo a quello in cui doveva essere effettuato il pagamento nei termini di legge (decreto legge 30 dicembre 1982, n.953).
Si rimborsano solo somme superiori a euro 10,33 (legge regionale 11 dicembre 2000, n. 37).

Non è previsto il rimborso per i mesi di mancato godimento a seguito di demolizione, furto o altra formalità avvenuta dopo la scadenza del termine utile per il pagamento del bollo auto, previsto dall’articolo 1 del decreto ministeriale n. 462/1998.

Cosa fare se è stato pagato il bollo auto indicando erroneamente una Regione diversa:

  • Per pagamenti effettuati ENTRO la scadenza del 31 dicembre 2018: il contribuente deve utilizzare il modulo  “richiesta di compensazione fra regioni” (doc, 54.78 KB) compilato correttamente in ogni sua parte e sottoscritto dal titolare del veicolo. Copia della richiesta deve essere inviata anche alla Regione indicata nel pagamento oppure all’Agenzia delle Entrate per i pagamenti a favore di Friuli Venezia Giulia e Sardegna.
  • Per pagamenti effettuati DOPO il 1° gennaio 2019: il contribuente deve ripagare a favore della Regione corretta e poi presentare domanda di rimborso alla Regione a cui per errore è stato effettuato il pagamento. Se la Regione indicata erroneamente è la Regione Emilia-Romagna occorre utilizzare questo modulo di domanda di rimborso (doc, 70.66 KB). Se la Regione indicata erroneamente è diversa dalla Regione Emilia-Romagna occorre utilizzare il modulo che tale Regione mette a disposizione sul suo sito web.

Il contribuente che, dopo aver pagato, si accorge di avere commesso un errore può, nei casi sotto indicati, chiedere alla Regione o direttamente agli Uffici Provinciali e alle Delegazioni ACI di verificare e di correggerlo. Si possono correggere:

i pagamenti del bollo auto eseguiti con indicazione della scadenza errata: utilizzare il modello "richiesta di correzione/allineamento di scadenza" (doc, 48.64 KB) compilato correttamente in ogni sua parte e sottoscritto dal titolare del veicolo;

i pagamenti del bollo auto eseguiti su targa errata: utilizzare il modello "richiesta di correzione targa" (doc, 55.3 KB) compilato correttamente in ogni sua parte e sottoscritto dal titolare del veicolo.

Azioni sul documento

pubblicato il 2013/11/12 12:55:00 GMT+2 ultima modifica 2019-01-10T12:02:07+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina