domenica 23.04.2017
caricamento meteo
Sections

Patto di solidarietà territoriale

E-R | Finanze |
Il Patto di stabilità territoriale è un sistema di regolazione e di coordinamento della finanza pubblica del territorio con l'obiettivo di accrescere il livello di efficienza e di flessibilità nell'utilizzo delle risorse economiche.

Cosa fa la Regione

La Regione Emilia-Romagna ha introdotto il Patto di stabilità territoriale, nel rispetto dei parametri del patto di stabilità fissati con il trattato di Maastricht, come sistema di regolazione e di coordinamento della finanza pubblica del territorio per migliorare il livello di efficienza e di maggiore flessibilità nell’utilizzo delle risorse economiche e di ridefinire il sistema di relazioni finanziarie che intercorrono tra Regione, Province e Comuni.

Con la legge regionale 23 dicembre 2010 n. 12 “Patto di stabilità territoriale della Regione Emilia-Romagna”, è stato definito a livello territoriale un nuovo sistema di gestione del patto di stabilità interno, condiviso con il sistema delle Autonomie locali e con il Consiglio delle autonomie della Regione Emilia-Romagna.

Nell’ambito di un quadro normativo organico e sistemico sono stati definiti criteri e modalità per l’applicazione e la gestione delle misure compensative, sia di tipo verticale (dalla Regione a favore di comuni e province), che di tipo orizzontale (fra comuni e province) tra gli obiettivi programmatici degli enti afferenti i diversi comparti del territorio regionale.

Si tratta, quindi, della gestione di fondi che gli enti locali hanno a disposizione, ma che, in assenza dell’intervento della Regione, non potrebbero utilizzare a causa dei vincoli del patto di stabilità nazionale. Ora, grazie a questo maggiore spazio di manovra, gli enti locali hanno la possibilità di pagare i fornitori e le imprese che hanno svolto lavori pubblici come la cura del territorio, la realizzazione di opere di pubblica utilità, la manutenzione delle strade e altro.

A chi rivolgersi

Programmazione strategica delle politiche finanziarie e di bilancio
Responsabile di Policy:
Onelio Pignatti
viale Aldo Moro 18 - 40127 Bologna
tel. 051.527.5376
fax 051.527.7900
email politichefinanziarie@regione.emilia-romagna.it


Servizio Pianificazione finanziaria e controlli
Dirigente responsabile:
Tamara Simoni
tel. 051.527.5690
fax 051.5275982
email pianificazionecontrolli@regione.emilia-romagna.it
pec pianificazionecontrolli@postacert.regione.emilia-romagna.it

Stefania Barresi
tel. 051.527.5834 
email stefania.barresi@regione.emilia-romagna.it

Azioni sul documento
Pubblicato il 16/08/2013 — ultima modifica 20/03/2017

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali