Emergenza sanitaria Covid-19. Differito al 28 febbraio 2021 il termine “finale” di sospensione dell’attività di riscossione

Emergenza sanitaria Covid-19- E’ stato differito al 28 febbraio 2021 il termine “finale” precedentemente fissato al 31 gennaio 2021 dal DL n. 3/2021

Il Decreto Legge n. 7/2021, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 24 del 30 gennaio 2021, recante “Proroga di termini in materia di accertamento, riscossione, adempimenti e versamenti tributari, nonché di modalità di esecuzione delle pene in conseguenza dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”, ha differito al 28 febbraio 2021 il termine di sospensione del versamento di tutte le entrate tributarie e non tributarie derivanti da cartelle di pagamento, avvisi di addebito e avvisi di accertamento affidati all’Agente della riscossione.

Sono, pertanto, sospesi i pagamenti in scadenza dall’8 marzo 2020 al 28 febbraio 2021 che dovranno essere effettuati entro il mese successivo alla scadenza del periodo di sospensione e, dunque, entro il 31 marzo 2021.

E’ inoltre sospesa fino al 28 febbraio 2021 l’attività di notifica di nuove cartelle, degli altri atti di riscossione nonché degli obblighi derivanti dai pignoramenti presso terzi effettuati, prima della data di entrata in vigore del decreto Rilancio (19/5/2020) e fino al 31 dicembre 2020 e dall’entrata in vigore del D.L. 3/2021 e fino al 28 febbraio, su stipendi, salari, altre indennità relative al rapporto di lavoro o impiego, nonché a titolo di pensioni e trattamenti assimilati.

Maggiori dettagli, informazioni e i testi dei provvedimenti normativi sono disponibili alla seguente pagina web:

https://www.agenziaentrateriscossione.gov.it/it/Per-saperne-di-piu/covid-19/il-decreto-legge-n-7-2021/

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/02/01 15:05:00 GMT+1 ultima modifica 2021-02-01T15:09:06+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina