sabato 25.03.2017
caricamento meteo
Sections

2016

Variazione del tasso degli interessi legali

Dal 1° gennaio 2017, la misura del tasso degli interessi legali prevista dall’articolo 1284 del codice civile è dello 0,1 % annuo

Il decreto del Ministero dell’economia e delle finanze del 7 dicembre 2016, pubblicato in Gazzetta ufficiale n. 291 del 14/12/2016, ha stabilito che dal 1° gennaio 2017 la misura del tasso degli interessi legali sia dello 0,1% in ragione d’anno.

Quindi, dal 2017, cambia anche il conteggio per effettuare il calcolo delle somme dovute a seguito di ravvedimento operoso, che, in caso di omesso o tardivo versamento di un tributo, dovranno essere calcolate sommando alla tassa dovuta gli interessi legali dell’ 0,1% annuale con maturazione giorno per giorno.

Nell’anno 2016 il saggio legale era fissato allo 0,2% annuale.

Gli interessi partono dal giorno successivo al termine previsto per il versamento fino al giorno in cui si effettua il pagamento

Azioni sul documento
Pubblicato il 28/12/2016 — ultima modifica 30/12/2016

Rateizzazione delle somme dovute a Equitalia con la Definizione agevolata

In vigore dal 3/12/16 la norma che si applica alle somme affidate tra il 2000 e il 2016. Scadenza entro il 31/3/17

La Definizione agevolata prevista dall'articolo 6 del decreto legge n. 193 del 22 ottobre 2016, convertito con modificazioni in legge n. 225 del 1 dicembre 2016, prevede che i debitori possono estinguere il debito senza corrispondere le sanzioni e gli interessi di mora compresi nei carichi affidati agli agenti della riscossione dal 2000 e il 2016.

Chi aderisce deve pagare l’importo residuo del debito, senza corrispondere le sanzioni e gli interessi di mora, con rata unica oppure chiedere il pagamento rateizzato fino ad un massimo di 5 rate.

Per avere informazioni sugli importi affidati a Equitalia è possibile rivolgersi allo sportello dell'Agente della riscossione competente per territorio o accedere all'area riservata sul sito http://www.gruppoequitalia.it/equitalia/opencms/it/.

Per aderire, bisogna presentare domanda entro e non oltre il 31 marzo 2017, utilizzando il modulo "DA1 - Dichiarazione di adesione alla Definizione agevolata" disponibile sul sito http://www.gruppoequitalia.it/equitalia/opencms/it e presso tutti gli sportelli di Equitalia.

Per saperne di più

https://www.gruppoequitalia.it/equitalia/opencms/it/modulistica/Definizione-agevolata/

Azioni sul documento
Pubblicato il 15/12/2016 — ultima modifica 20/12/2016

La Regione acquista due complessi immobiliari dall'Azienda Usl di Bologna

Palazzo Ratta Pizzardi e Villa Aldrovandi Mazzacorati. Operazione definita da tempo, il rogito entro il 2016

La Regione Emilia-Romagna acquista due immobili di proprietà dell’Azienda Usl di Bologna, entrambi situati nel capoluogo regionale. Si tratta di:

  • Palazzo Ratta Pizzardi”, in via Castiglione n. 25-27-29;
  • Villa Aldrovandi Mazzacorati”, in via Toscana n. 17-19.

Si tratta di un’operazione definita da tempo: il rogito per l’acquisto verrà firmato entro la fine dell’anno in esecuzione della delibera della Giunta regionale n.2283 del 28 dicembre 2015 ma i contatti tra la Regione e la Ausl di Bologna per l’acquisizione dei due immobili risalgono alla deliberazione regionale n.2172 del 2004 con la quale venivano stanziate risorse destinate all’acquisto di patrimonio delle Azienda sanitarie emiliano-romagnole da parte della Regione. I due immobili saranno acquistati al prezzo di 20.323.650,00 milioni di euro, oltre alle imposte di legge dovute e agli oneri notarili.

Con l’acquisizione delle unità immobiliari si otterrà una riduzione permanente dei costi d’affitto attualmente sostenuti dalla Regione e un significativo incremento del valore e del prestigio del patrimonio immobiliare regionale.

Azioni sul documento
Pubblicato il 05/12/2016 — ultima modifica 05/12/2016

Nota di Aggiornamento DEFR 2017 e Rendicontazione DEFR 2015

La Giunta approva la Nota di Aggiornamento del DEFR 2017 e la Rendicontazione degli obiettivi strategici del DEFR 2015
Azioni sul documento
Pubblicato il 10/11/2016 — ultima modifica 25/01/2017

Revocata la vendita di palazzo Montalto

È stato revocato il bando per la vendita dell'immobile in località Badia di Montalto a Sarsina (FC).

Il giorno 30 settembre 2016 con determina n. 15381 il bando per la vendita del fabbricato “Montalto” Sarsina (FC) è stato revocato.

 

Vai al bando

Azioni sul documento
Pubblicato il 06/10/2016 — ultima modifica 06/10/2016

Pubblicati i consuntivi 2015 delle Unioni di Comuni

Pubblicati in "Finanza del Territorio" i Certificati Consuntivi delle Unioni di Comuni per il 2015

Nella sezione dedicata alle Unioni di Comuni del sito la Finanza del territorio sono disponibili gli aggiornamenti dei dati relativi ai Consuntivi per l'anno 2015.

Nella sezione Certificati di Bilancio degli Enti locali - Archivio dei Certificati, inoltre, sono stati pubblicati i Certificati Consuntivi completi ed elaborabili in formato excel delle Unioni di Comuni per l'anno 2015.

Si segnala che mancano all'appello ancora 5 Unioni di Comuni, e che non appena i dati saranno disponibili il sito sarà aggiornato.

Azioni sul documento
Pubblicato il 06/10/2016 — ultima modifica 06/10/2016

Pubblicati i consuntivi 2015 dei Comuni

Pubblicati in "Finanza del Territorio" i Certificati Consuntivi dei Comuni per il 2015

Nella sezione dedicata ai  Comuni del sito la Finanza del territorio sono disponibili gli aggiornamenti dei dati relativi ai Consuntivi per l'anno 2015.

Nella sezione Certificati di Bilancio degli Enti locali - Archivio dei Certificati, inoltre, sono stati pubblicati i Certificati Consuntivi completi ed elaborabili in formato excel dei Comuni per l'anno 2015.

Si segnala che mancano all'appello ancora 7 Comuni, e che non appena i dati saranno disponibili il sito sarà aggiornato.

Azioni sul documento
Pubblicato il 05/08/2016 — ultima modifica 11/10/2016

Vendita di immobili della Regione Emilia-Romagna

Sono pubblicati i bandi di partecipazione alle procedure di vendita su territorio regionale

Sono avviate le procedure di vendita a evidenza pubblica di immobili di proprietà della Regione Emilia-Romagna, ubicati nelle province di Ferrara, Forlì-Cesena e Parma. Questi beni fanno parte del piano di dismissione del patrimonio regionale non suscettibile di immediata utilizzazione per fini istituzionali e sono pertanto resi disponibili nell'ambito del processo di riconversione patrimoniale dei beni regionali.

La scadenza per partecipare alle procedure di vendita è il 20/10/2016 alle ore 12.00.

I bandi e i relativi schemi di domanda sono consultabili sul portale Finanze della Regione Emilia-Romagna al seguente indirizzo:

http://finanze.regione.emilia-romagna.it/bandi/bandi-vendita-beni-immobili/alienazione/bandi-2016 

 

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 25/07/2016 — ultima modifica 26/07/2016

Pubblicati i consuntivi 2015 per le Province.

Pubblicati in "Finanza del Territorio" i consuntivi di Province e città Metropolitana di Bologna del 2015.

Nella sezione dedicata alle Province e alla Città Metropolitana di Bologna del sito la Finanza del territorio sono disponibili gli aggiornamenti dei dati relativi ai Consuntivi  per l'anno 2015.

Nella sezione Certificati di Bilancio degli Enti locali - Archivio dei Certificati, inoltre, sono stati pubblicati i Certificati Consuntivi completi ed elaborabili in formato excel per le Province e la Città Metropolitana di Bologna per l'anno 2015.

Azioni sul documento
Pubblicato il 19/07/2016 — ultima modifica 21/07/2016

La Giunta approva il Documento di Economia e Finanza Regionale 2017

Approvato il DEFR 2017 che delinea gli obiettivi strategici del governo regionale per il periodo 2017-2019 e per l’intera legislatura.

La Giunta regionale ha approvato con delibera n. 1016 del 28/06/2016 il Documento di Economia e Finanza Regionale 2017 (DEFR) che, in applicazione del decreto legislativo n.118/2011, diventa il principale  strumento della programmazione finanziaria della Regione.

Azioni sul documento
Pubblicato il 01/07/2016 — ultima modifica 01/07/2016

Conti pubblici territoriali

È in linea la banca dati delle organizzazioni strumentali degli enti locali aggiornata al 2014.

La banca dati delle organizzazioni strumentali degli enti locali rappresenta uno strumento fondamentale per la predisposizione annuale del Conto consolidato regionale del progetto Conti Pubblici Territoriali.
Il costante aggiornamento di tale universo, che offre un quadro della composizione del settore pubblico allargato nel territorio, è garantito da un censimento a cadenza biennale presso tutti i Comuni e le Province della Regione.

 

vai alla banca dati

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 22/05/2015 — ultima modifica 21/06/2016

Pubblicati gli atti del convegno del 6/5/2016

Commentate le modifiche alla Legge 243 del 2012 di attuazione del pareggio di bilancio in Costituzione.

Pubblichiamo il materiale illustrato dai relatori durante il convegno tenutosi a Bologna sul tema dell' equilibrio dei bilanci delle Regioni e degli Enti Locali nella giornata del 6 maggio 2015.

Azioni sul documento
Pubblicato il 12/05/2016 — ultima modifica 16/05/2016

Conti pubblici territoriali

È in linea sul portale dell'Agenzia per la Coesione Territoriale la nuova sezione Catalogo Open Cpt con i dati aggiornati ad aprile 2016.

È disponibile la nuova sezione Catalogo Open CPT - serie storica 2000-2014,  che contiene l’elenco completo dei dataset prodotti dal Sistema CPT, presentato in maniera dettagliata, sia nei contenuti, sia con riferimento alle specifiche tecniche. Tutti i dati sono pubblicati in formato aperto e facilmente consultabili e/o scaricabili.

Inoltre è stata aggiornata l’Anagrafica dei Soggetti Pubblici Locali rilevati direttamente sul territorio ed è in linea Easy CPTuno strumento ideato dall’Unità Tecnica Centrale per rendere facilmente accessibili le complesse informazioni elaborate dal Sistema CPT.

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 04/05/2016 — ultima modifica 04/05/2016

Variazione bilancio 2016, più fondi da Stato e Ue: 7,5 milioni per i territori

L'assessore Petitti: "Rimodulate le risorse per dare risposta ad esigenze concrete emerse nel primo trimestre dell'anno"

Variazione bilancio 2016, più fondi da Stato e Ue: 7,5 milioni per i territori - Leggi il resto

Certificati Preventivi 2015 dei Comuni e Unioni di Comuni

Pubblicati nel sito "Finanza del Territorio" i certificati preventivi relativi al 2015 per i Comuni e le Unioni di Comuni

Nella sezione dedicata ai Comuni e alle Unioni di Comuni del sito la Finanza del territorio sono disponibili gli aggiornamenti dei dati relativi ai Bilanci preventivi relativi al 2015.

Nella sezione Certificati di Bilancio degli Enti locali - Archivio dei Certificati, inoltre, sono stati pubblicati i Certificati Preventivi completi ed elaborabili in formato excel dei Comuni e Unioni di Comuni per l'anno 2015.

Si informa che devono ancora essere reperiti i dati relativi a due Comuni e tre Unioni di Comuni. Non appena i dati saranno resi disponibili il sito sarà aggiornato.

Azioni sul documento
Pubblicato il 26/02/2016 — ultima modifica 20/09/2016

Sospesi gli obblighi tributari per le zone colpite dall’alluvione 2015.

In particolare si potrà pagare la tassa automobilistica in un'unica soluzione entro il 15 luglio 2016 senza sanzioni e interessi.

Il decreto del 12 febbraio 2016 del Ministero dell’Economia e Finanze dispone che, nei confronti delle persone fisiche che alla data del 13 e 14 settembre 2015, avevano la residenza oppure la sede legale od operativa nel territorio dei comuni ovvero nelle frazioni di Parma e Piacenza, di cui all’elenco dell’allegato A, sono sospesi i termini dei versamenti e degli adempimenti tributari, inclusi quelli derivanti da cartelle di pagamento emessi dagli Agenti della riscossione, scadenti nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2016 ed il 30 giugno 2016.

Per quanto riguarda la tassa automobilistica, il pagamento previsto in scadenza tra il 1° gennaio 2016 ed il 30 giugno 2016, potrà avvenire in unica soluzione senza sanzioni ed interessi entro il 15 luglio 2016. 

Non è rimborsabile quanto già versato.

Gli adempimenti ed i versamenti oggetto di sospensione devono essere effettuati in una unica soluzione entro il 15 luglio 2016. Ai pagamenti effettuati entro questa scadenza non si applicano sanzione ed interessi.

Azioni sul documento
Pubblicato il 18/02/2016 — ultima modifica 18/02/2016

PagoPa: pagamento online tassa auto

Dal 1° gennaio 2016 sono previste nuove modalità di pagamento per la tassa auto per i possessori di carte di credito, prepagate, accedendo direttamente al portale ACI.

Con decorrenza dal 1° gennaio 2016, come previsto dall’articolo 15, comma 5 bis del decreto legge n.179 del 18 ottobre 2012, convertito con modificazioni dalla legge n.221 del 17/12/2012, sarà possibile effettuare il pagamento della tassa automobilistica con carta di credito, prepagata o altre modalità previste dai prestatori di servizi di pagamento, direttamente accedendo al portale di ACI, cliccando sul seguente logo:

 https://iservizi.aci.it/Bollonet/

Azioni sul documento
Pubblicato il 16/02/2016 — ultima modifica 29/02/2016

Esenzione del bollo auto per i veicoli ad alimentazione ibrida

Nessun obbligo di pagamento sui veicoli immatricolati per la prima volta nel 2016.

L’articolo 1 della legge regionale 29 dicembre 2015, n.23 ha previsto, per i veicoli ad alimentazione ibrida, cioè benzina/elettrica, gasolio/elettrica, o benzina/idrogeno, che risultano immatricolati per la prima volta tra il 1° gennaio 2016 ed il 31 dicembre 2016, l’esenzione dal pagamento della tassa automobilistica per il primo periodo fisso e per le due annualità successive.

L’esenzione viene riconosciuta esclusivamente all’acquirente residente o con sede legale o amministrativa in Regione Emilia Romagna.

 

 Vai alla sezione Esenzioni

Azioni sul documento
Pubblicato il 12/02/2016 — ultima modifica 12/02/2016

Ravvedimento operoso più favorevole per la tassa auto

Dal 1° gennaio 2016 in caso di regolarizzazione entro 90 giorni del tributo sono previste nuove riduzioni delle sanzioni.

Il comma 133 della legge n. 208 del 28/12/2015 (G.U. n. 302 del 30/12/2015) ha anticipato al 1° gennaio 2016 le modifiche apportate dall’articolo 16 del decreto legislativo n. 158 del 24/09/2015 all’articolo 13 “Ravvedimento operoso” del decreto legislativo n. 472 del 18/12/1997. A seguito di tale modifica sono ridotte le sanzioni applicabili per le “lievi tardività”, cioè quelle regolarizzate entro 90 giorni dalla scadenza. 
Per le informazioni relative alle nuove sanzioni per ravvedimento operoso accedere al link:

Sanzione e ravvedimento

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 19/01/2016 — ultima modifica 19/01/2016

Conti pubblici territoriali

E' in linea la banca dati dell'universo delle organizzazioni strumentali degli Enti Locali. I dati sono aggiornati al 2014 ed è stato rinnovato il motore di ricerca.

La banca dati delle organizzazioni strumentali degli enti locali rappresenta uno strumento molto importante per la predisposizione annuale del Conto consolidato regionale del progetto Conti Pubblici Territoriali.
Il costante aggiornamento di tale universo, che offre un quadro della composizione del settore pubblico allargato nel territorio, è garantito da un censimento a cadenza biennale presso tutti i Comuni e le Province della Regione.

Attualmente è stata aggiunta la ricerca per Ente partecipante (Comuni, Province, Camere di Commercio, Università, Unioni ecc...)

 

vai alla banca dati

Azioni sul documento
Pubblicato il 21/06/2016 — ultima modifica 21/06/2016

La Regione acquista l'immobile sede del vivaio "Castellaro"

Il rogito dell'immobile sito in Galeata, in esecuzione di una delibera di Giunta, è previsto per il prossimo 20 luglio.


La Regione Emilia-Romagna acquista l'immobile denominato vivaio “Castellaro” già gestito a cura del Servizio Parchi e Risorse Forestali della Regione Emilia-Romagna.
Il rogito di acquisto sarà stipulato mercoledì 20 luglio 2016 in esecuzione della delibera della Giunta regionale n. 1997 del 30 novembre 2015. Il complesso immobiliare sito a Galeata (FC) in Loc. S. Giacomo ed iscritto al catasto del suddetto comune.

L’immobile è di proprietà della Provincia di Forlì-Cesena con sede in Forlì (Piazza Morgagni n. 9 ) e sarà acquistato al prezzo di 450.000,00 mila euro, oltre alle imposte di legge dovute e agli oneri notarili.
Tale acquisto consente alla Regione di continuare a perseguire obiettivi molto importanti in quanto nello stesso sono prodotte piante di specie forestali autoctone che vengono concesse agli Enti per interventi di forestazione, arredo urbano e per qualsiasi altro intervento volto allo sviluppo, promozione e alla diffusione del verde, nonché per la promozione dell’ambiente naturale e della biodiversità,  per scopi didattici e divulgativi .Inoltre le piante prodotte nel Vivaio Castellaro vengono concesse ai Comuni per dare attuazione a quanto previsto dalla L.133/1992 recante “Un albero per ogni neonato”.
L'immobile sin dal 1974 è stato utilizzato gratuitamente per finalità vivaistiche pubbliche dall'ex A.R.F. (Azienda Regionale Foreste) prima e ora dalla Regione Emilia-Romagna, pertanto l’acquisto oltre a garantire la possibilità di mantenere l'attività del vivaio nell’attuale sede, consente di non vanificare le energie e risorse economiche profuse in tutti questi anni, nonché di evitare, in futuro, ulteriori e presumibilmente maggiori investimenti nel momento in cui si dovesse rendere necessario dislocare la sopradescritta attività vivaistica presso altre strutture

Azioni sul documento
Pubblicato il 07/07/2016 — ultima modifica 07/07/2016
Azioni sul documento

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali